Magia in Italia
Cerca nel CADM
News magiche dall'estero...
Seguici su:
11:16AM

Lutto nella magia: ci ha lasciato Giovanni Beani

Il 27 settembre ci ha lasciato Giovanni Beani. Aveva solo 53 anni. Una notizia tragica per tutta la comunità magica italiana.

Giovanni, prestigiatore, era un profondo conoscitore dell'arte magica. Mentalista, era il direttore di Magia Moderna ed è stato l'ideatore ed il motore del Sortilegio. Ma sopratutto era una bella persona che ha sempre cercato di promuovere l'arte magica per il suo valore essenziale: la passione.

Alla sua famiglia vadano le più sentite condoglianze da parte del Direttivo e dei Soci del Circolo Amici della Magia di Torino.

 

4:02PM

Shezan il genio impossibile 2° posto al Campionato europeo di magia

Shezan il genio impossibile, straordinario artista del CADM, porta la magia italiana ai vertici dell'Europa raggiungendo oggi il Secondo posto al Campionato europeo di magia 2014.

Un ulteriore titolo nel ricco palmares di Shezan, che negli ultimi anni ha ottenuto riconoscimenti in diverse competizioni italiane e internazionali. A rendere ancora più straordinaria la sua performance è il fatto che il primo posto non è stato assegnato: Shezan ha dunque raggiunto il punteggio più alto della gara.

Altri titoli vinti dagli italiani sono il secondo premio in comedy magic assegnato a Vittorio Marino, il terzo premio di grandi illusioni andato a Danilo Audiello e il terzo premio di close-up vinto da Mario Bove.

Da tutto il CADM complimenti e un grande applauso a Shezan (alias Alex Debastiani) per il successo raggiunto e un BRAVO a tutti gli artisti italiani vincitori.

 

3:35PM

Il CADM partner del Museo Egizio per "Heka, il principio magico"

Al Museo Egizio di Torino ogni giovedì notte la magia è protagonista con HEIKA.Il principio magico, una nuova formula di visita/spettacolo per raccontare quanto il principio magico permeasse la cultura faraonica in ogni suo aspetto, dalla dimensione dell’esistenza quotidiana alla sfera religiosa, senza alcun contrasto tra magia e religione.

La paura del male, incarnato nelle forze ostili che attaccano i vivi e che minacciano l’anima dopo la morte, ha scatenato nell’uomo antico l’esigenza di ricorrere alla magia mediante un’offerta, l’impiego di amuleti e la recitazione di incantesimi mirati.

Gli egittologi del Museo conducono gli ospiti alla scoperta dei reperti della collezione torinese in una visita guidata esclusiva, a porte chiuse, in cui respirare appieno il fascino di un luogo unico come il Museo Egizio di Torino. Fil rouge è sempre la magia: la descrizione dei reperti più significativi è inoltre arricchita dalla lettura di brani tratti da fonti documentarie capaci di suscitare grande curiosità. Come a corte gli egizi si intrattenevano assistendo a prodigi “magici” così il pubblico può sperimentare l’abilità di professionisti dell’illusionismo che si esibiranno nella cornice mozzafiato dello Statuario. La formula di spettacolo è quella del “close-up”, una delle discipline più raffinate dell’illusionismo: la performance avviene a distanza ravvicinata, talvolta a pochi centimetri dallo spettatore. L’abilità dell’illusionista è spinta al massimo, in un mix equilibrato di destrezza e intrattenimento che lascia il pubblico stupefatto e incredulo.

Gli illusionisti provengono dal Circolo Amici della Magia, partner del Museo Egizio in questo progetto realizzato in collaborazione con REAR e MUVIX EUROPA.

La visita è arricchita da un calice di benvenuto accompagnato da un assaggio gastronomico.

 

Per “Heka, il principio magico. Antichi egizi e storiche magie” la prenotazione è obbligatoria; l'appuntamento si tiene ogngiovedì dalle ore 21.00, a partire dal 9 Ottobre 2014. Costo € 45, durata 2 h e 30 min.

Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 011 4406903.

Guarda la fotogallery sul sito del quotidiano La Stampa